Lo schermo non retroilluminato è da fighetti


PS: ho corretto il titolo, avevo dimenticato il “non” 🙂

Sono due giorni che leggo su blog e giornali commenti sull’iPad. Io mi impegno, ma l’argomento non scalda più di tanto il mio cuore. Qualche mese fa stavo valutando se aggiornare il mio telefonino di 3 anni ad un nuovo e fiammante iPhone o Android.

Poi ho fatto 2 conti: a lavoro, sono sempre davanti al computer. A casa, spesso, accendo il computer (se non altro per fare qualche telefonata via Skype). E questo per 5 giorni alla settimana, ma poi nel week-end quando sono a casa ho il pc.

Intanto, vorrei notare che tutti questi aggeggi non sono altro che una moda. Non mi venite a dire che uno “ha bisogno” del Kindle. I libri, generalmente, non si finiscono in due ore e difficilmente uno si ritrova a metà di un viaggio senza più libri da leggere (che sfiga!). E poi, parliamone, ma da quando siamo diventati tutti lettori del New York Times?E tutte queste foto da guardare: ma perché, uno quante volte si riguarda le proprie foto, al giorno?

E vabbè, tra qualche tempo il Kindle, l’iPad, l’iPhone verranno messi nell’armadio dei cimeli insiemi al Tamagotchi e al coniglio malefico e via con la prossima meraviglia. La cosa ridicola è che magari le stesse persone che hanno sempre in mano l’ultima ca***ta innovazione tecnologica, quando vedono passsare per strada (loro, intellettuali, stanno leggendo il fondo dello Springfield Gazzette) una ragazza vestita all’ultima moda commentano compassionevoli: “ragazze d’oggi, schiave della pubblicità. Poverine!”

***

Dopo questa filippica da fine del mondo, permettemi di fare un solo commento: il Kindle con quei tasti e rotelle e quello schermo grigio e triste sembra il terminale di un mainframe anni’80 e non ammettere che l’iPad è fichissimo perché ha lo schermo retroilluminato è da fighetti (ma se poi stai 10 ore al giorno a leggere PDF davanti al computer?)

Advertisements

3 responses to “Lo schermo non retroilluminato è da fighetti

  1. Sei un grande, sai?
    (Il sono il più fighetto di tutti: datemi un xterm!)

    e comunque, a me è venuta la tentazione di comprare un kindle, per leggere tutte le centinaia di pdf di articoli che devo revisionare all’anno, e risparmiare tonnellate di carta. Ma sembre che perfino il kindle DX non vada bene per quest’uso, e allora mi arrendo: vado di stampa su carta riciclata.

  2. @Knulp
    noo… l’xterm nooo… 🙂

    ti dirò, anch’io quando sono usciti Kindle, prima iPhone e prima ancora eeePC, ho avuta voglia di comprarli. Perché ognuno, a modo loro, era “figo”, ma poi, come credo sia successo a te, mi sono reso conto che non mi servivano.

    Non so se Kindle legga o meno i PDF, ma ho letto da qualche parte (credo sul blog di A. Fuggetta) che non e’ molto comodo se vuoi saltare di qua e di là fra le pagine o se vuoi scrivere delle note.

    Certo, il bello di leggersi degli articoli con un eReader è che poi non devi rispondere alla domanda “lo butto o non lo butto?”. Non che siano tutti da salvare, anzi, ma io sono della filosofia del “non si sa mai”.

  3. ** *** *** *** la NON RETROILLUMINAZIONE degli ebook reader e’ il motivo basilare della creazione di questi.
    Fortunato te che non hai problemi di vista e riesci a stare 1000 ore sul pc senza problemi agli occhi, dovuti proprio alla retroilluminazione.
    Ma lasciamo stare vah