Privacy, chi va su e chi va giù


Ieri, via Stefano, leggo che Yahoo! si impegna a rendere “…anonimi i dati di connessione degli  utenti entro 90 giorni con alcune eccezioni previste per la verifica delle frodi, la tutela della sicurezza e per l’adempimento di obblighi legali.” (link al comunicato stampa).

Spulciando il sito di Yahoo! si scopre inoltre che il colosso americano ha aderito alla Network Advertising Initiative che, fra le altre cose, offre la possibilità di fare opt-out per la ricezione di pubblicità personalizzata. In pratica, i siti web che aderiscono, si impegnano a non raccogliere dati personali a scopo pubblicitario sui loro visitatori.

***

Oggi, invece, leggo un’altro fatto che coinvolge spaces.live.com e che va un po’ in direzione contraria rispetto alla prima notizia. A quanto pare, con la nuova versione della piattaforma di blogging è stata eliminata la possibilità di lasciare commenti anonimi in un blog. La cosa grave, però, è che a quanto pare questa regola è stata applicata retroattivamente (via Links):

I am a member of a small private blog that discusses matters of a highly personal nature… The blog was hosted on spaces.live.com, which recently upgraded its services/UI. As part of this upgrade, the ability to comment anonymously on blogposts was removed.

…Because Live went and applied the policy retroactively so all the anonymous comments posted in the past NOW EXPOSE THE COMMENTER’S NAME. Thankfully the blog owner noticed this and shut the blog down completely…

Secondo me alla fine si dirà che c’è stato un errore a cui, magari già adesso, è stato posto rimedio.  la scarsa attenzione che viene posta su queste tematiche, sia da parte delle aziende che, spesso, da parte degli stessi utenti.

Advertisements

Comments are closed.