Regolamentare Internet: Berlusconi non è solo


Oops: ultimamente mi era sfuggito un feed abbastanza interessante. Sembra che Berlusconi non sia l’unico che cerchi di regolamentare Internet. Ci si mette anche il ministro della cultura della autorevolissima Inghilterra (via LINX). Oltre, naturalmente, al prossimo G8.

Dico questo non per difendere B. Né per ribattere, una volta tanto, agli inglesini di The Register, a cui piace mettere alla berlina l’Italia. È per rispondere a chi magari pensa che “lui non sa quel che dice” o “non vi preoccupate, tanto non sa nemmeno cosa sia Internet”. Ecco, il problema è che forse lo sa.

Advertisements

Comments are closed.