Web 2.0 in azienda


Ho appena letto (via Paolo) i risultati di una tesi di laurea sulla penetrazione di Wiki e altri strumenti “Web 2.0” nelle aziende di alcuni paesi europei e non.

L’argomento mi incuriosisce perche’ l’azienda per la quale lavoro sta sostituendo Lotus Notes con Confluence per la gestione della knowledge base interna. La fase di transizione dal “vecchio” al “nuovo” si e’ appena conclusa e non mi sono ancora formato un giudizio sull’utilita’ di uno strumento di tipo Wiki in ambito aziendale. Solo due commenti, uno positivo, il secondo un po’ meno.

Il motore di ricerca interno sembra soddisfare le aspettative. Non sto parlando di efficienza, quella si vedra’ se e quando la vecchia KB sara’ inserita nel Wiki, ma di flessibilita’ e della possibilita’ di effettuare full text search fra le sue pagine, inclusi i documenti. Questa funzionalita’ e’ fondamentale se si vuole che una base di dati diventi, nel tempo, una sorgente di informazioni.

Il sistema di tag. In teoria, il tagging e’ una delle funzionalita’ piu’ sbandierate e importanti dei Wiki, quella che permette di creare link “semantici”, o di “interesse”, fra utenti, documenti, informazioni e quant’altro. In pratica puo’ diventare un arma a doppio taglio e, se usata in maniera non corretta puo’ creare diversi problemi:

  • Eccessiva frammentazione (troppi tag rispetto al numero di documenti/pagine)
  • Overloading dei tag piu’ comuni (pochi tag utilizzati dalla maggior parte delle pagine)
  • Emergere di “informazioni rare” perche’ taggate male (alcune ottime pagine non vengono mai trovate).

Insomma, il mio primo giudizio, quello “a pelle”, non e’ negativo, ma nemmeno completamente positivo. Forse i miei dubbi sono piu’ legati alla non conoscenza della tecnologia che a una qualche pecca del prodotto, ma questo lo capiro’ solo fra qualche tempo.

Advertisements

3 responses to “Web 2.0 in azienda

  1. test

  2. Avevo scritto un bellissimo e lungo commento ma la lunga procedura per ribeccare il mio openid me lo ha fatto perdere. Vabbe’ ci riprovo ma sara’ bruttissimo e corto 😉

    Ue’! Felice che il link ti sia piaciuto.

    Fammi sapere cosa ne pensi del wiki nella tua azienda tra un po’, ok? Sto partecipando ad un progetto per introdurre strumenti di collaborazione dove lavoro e mi interessano molto le esperienze concrete!

    Peccato che Confluence non sia veramente software libero, ha una licenza che scimiotta un po’ una open source ma con alcune limitazioni quindi non sei libero ;-(

    Ma veramente sei in UK in vacanza? O per lavoro?

  3. alezzandro

    ciao paolo, scusa ma sono un po’ lento nelle risposte.

    ti terro’ senz’altro aggiornato sugli sviluppi.

    in azienda c’e’ stata qualche discussione sul problema della licenza di Confluence. la risposta finale e’ stata, piu’ o meno, la seguente: “noi collaboriamo attivamente a tanti progetti open source. ma per lavorare abbiamo bisogno di prodotti testati, robusti e supportati e, per quel che serve a noi, dal mondo dell’open source non ci sono alternative valide a confluence”.

    fino a che punto questo sia vero non te lo so dire. se ti puo’ aiutare, in quanto organizzazione non commerciale, mi sembra abbiamo cmq diritto al codice sorgente.